Arabet68
Recenti | Notizie | Commenti Commenti | Top post | Profilo
Gli ultimi 5 commenti di Arabet68

Profilo Arabet68
Al di la'del fatto che e' possibile che la ragazza voglia un po' approfittare del momento di notorietà che sta vivendo, pero' direi che effettivamente non ha tutti i torti. Dove sarebbe l'eroismo di questi due??Sono accusati di aver sparato addosso senza motivo a dei poveri pescatori su una barchetta...Ok, adesso cerchiamo pure di tirarli fuori dai guai, ma non parliamo di eroi...
Link permanente  7 punti 9 voti scritto da Arabet68 155132 il 31 mag 16, 00:30:28
Profilo Arabet68
Ricordiamoci pure che tanti Paesi africani hanno la gente che muore di fame per le strade, ma spendono in armi l'inverosimile...ora noi dovremmo in ogni caso accogliere e mantenere qui a vita la gente che scappa via da questi Paesi?? Anche questo e'assolutamente giusto?? Capisco pure che non è neanche colpa di queste persone se i loro governi sono piu' interessati a spendere in armi piuttosto che investire in cibo, scuole, sanita', ma noi che dobbiamo fare? Pure in Italia abbiamo milioni di persone in poverta'...
Link permanente  4 punti 10 voti scritto da Arabet68 155132 il 31 mag 16, 00:21:31
Profilo Arabet68
Il dramma è che questa non è sicuramente la prima foto del genere e purtroppo non sarà l'ultima, ma tutto si riduce come al solito all'emozione di un attimo, poi tutto passa tranquillamente nelle nostre coscienze e in particolare nelle coscienze di chi potrebbe fare qualcosa concretamente, cioè i nostri politici e quelli ai vertici dell'UE. Personalmente da tempo sostengo la assoluta necessita'di bloccare gli sbarchi in ogni modo, consapevole del fatto che, parlando dell'Italia, non possiamo materialmente accogliere, con l'organizzazione e i mezzi attuali, migliaia di persone al giorno che andrebbero assistite in tutto e per tutto e mantenute a tempo indeterminato.Non è una questione di cattiveria o altro, è solo una constatazione:abbiamo già milioni di italiani messi malissimo in stato di poverta'...cosa facciamo? Ci possiamo prendere carico dei problemi socio-economici di mezzo mondo facendo entrare tutti indistintamente dovendoli poi mantenere qua a vita?? Non mi pare un discorso plausibile. Ora però mi sto pure rendendo conto che tanto questa gente in un modo o nell'altro continua ad arrivare, continua a sbarcare sulle nostre spiagge e comunque li dobbiamo soccorrere, non c'è altra scelta. Quindi a questo punto, perso per perso, almeno evitiamo la strage quotidiana: invece che andarli a ripescare vivi o morti quando stanno gia' in mare, carichiamoli subito appena partono dai vari noti porti libici, egiziani, tunisini ecc..li portiamo qua almeno tutti vivi, poi vedremo....
Link permanente  -1 punti 3 voti scritto da Arabet68 155132 il 31 mag 16, 00:11:59
Profilo Arabet68
Infatti...molte volte qua rischia di passare piu' guai la persona che ha cercato civilmente di dare un aiuto piuttosto che i delinquenti veri.
Link permanente  -1 punti 3 voti scritto da Arabet68 155132 il 30 mag 16, 23:39:02
Profilo Arabet68
Certamente non e' questione di mussulmani: la mentalita'e la "cultura" diffusa nella cosiddetta civile società odierna portano generalmente a credere che tutto sia pronto e disponibile in qualsiasi momento, come una macchina o qualsiasi oggetto materiale che chiunque puo'acquistare in ogni negozio. Quindi anche una donna o una ragazza per certe persone (molte) diventa, nella loro mente, una proprieta' privata a tutti gli effetti e come tale non possono accettare a un certo punto che questo "oggetto" abbia una sua propria capacita' decisionale tra cui quella giustamente di scaricarli quando si rende conto della situazione. A questo punto si puo' arrivare, in presenza di alcune personalita' particolarmente violente o malate, a reazioni estreme come quelle che poi portano ai frequenti femminicidi o aggressioni di vario tipo che vediamo quasi tutti i giorni.
Link permanente  0 punti 2 voti scritto da Arabet68 155132 il 30 mag 16, 23:36:27


Le ultime 5 notizie di Arabet68




© ITALIAONLINE 2016 TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P. IVA 11352961004