Home > Discussioni attive > Tutti i commenti
Pagina 1 di 113338 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11  >
Profilo fran963
Chi fa questo è ancora al medioevo, vogliamo tornarci anche noi? Forse suggerisci una crociata?
Link permanente  1 punto 1 voto scritto da fran963 169132 il 31 lug 14, 23:23:35
Profilo Chicca083
Non si raggiungono alti livelli, perchè ce ne sono poche e quelle poche che sono in lista hanno molta concorrenza. Comunque, è vero che molte donne italiane preferiscono la casa al lavoro.
Link permanente  1 punto 1 voto scritto da Chicca083 4585 il 31 lug 14, 22:57:37
Profilo ciceruacchio
Caro Hraska, il tuo intervento mi ha fatto venire in mente la parabola del venditore-non venditore che più o meno recita così...

Una volta in un affollato mercato di paese si presentò un tizio con megafono e sgabello che si sistemò come fanno gli imbonitori delle fiere...aprì lo sgabello, ci salì sopra, tirò fuori dal taschino della giacca una magnifica stilografica e attaccò, con quanta voce aveva in corpo: " Venghino, siore e siori, ad ammirare questa bellissima penna...a quanto credete che io la venda?". La gente incuriosità cominciò a fermarsi e a fare circolo intorno allo sgabello. " 5.000 lire, siori? No, siori, non ve la dò a 5.000 lire...Guardate il cappuccio...e il pennino...oro, siori, oro laminato". Intanto la gente continuava a far ressa."4.000 lire, siori? No, non ve la dò nemmeno per 4.000 lire. Ma nemmeno per tre o per due...Anzi, non ve la dò proprio, perché questa penna è mia e me la tengo io..."

Così si infilò la penna nel taschino, scese dallo sgabello e si allontanò facendosi largo tra la gente rimasta di sasso.
Link permanente  1 punto 1 voto scritto da ciceruacchio 567109 il 31 lug 14, 22:56:59
Profilo Chicca083
Mi sembra un passo avanti, per il momento...
Link permanente  1 punto 1 voto scritto da Chicca083 4585 il 31 lug 14, 22:52:31
Profilo Chicca083
E' una cosa assurda, e credo anch'io sia stata fatta per attirare i voti dei conservatori. Tuttavia, poteva evitarsela ...
Link permanente  0 punti 2 voti scritto da Chicca083 4585 il 31 lug 14, 22:49:10
Profilo Chicca083
Penso sia un applicazione utile, soprattutto se si va in posti poco conosciuti e si ha un urgenza .
Link permanente  1 punto 1 voto scritto da Chicca083 4585 il 31 lug 14, 22:40:02
Profilo storiaallefonti
Chissà se nella denuncia dei redditi scrivono la presunta religione degli italiani? Detta così, senza dati e prove, è solo una scemenza da salotto. Se espressa da un dirigente della Agenzia delle Entrate porta l'Agenzia a un clima salottiero a cui probabilmente è ben predisposta mentre scarseggia l'efficacia nel proprio ruolo.
Link permanente  1 punto 1 voto scritto da storiaallefonti 455131 il 31 lug 14, 22:39:45
Profilo Blogm
la turchia un paese islamico in che senso, come l'italia un paese cattolico? La turchia è profondamente laica
Link permanente  0 punti 2 voti scritto da Blogm 56988087 il 31 lug 14, 22:39:12
Profilo BarMario
Hamas è nata in risposta alla nascita dello Stato di Israele voluto dall'America anche per mettere il becco negli affari mediorientali. La Palestina non è mai stata riconosciuta, mentre a Gaza si vive in condizioni, quelle sì, terzomondiste...
Link permanente  0 punti 2 voti scritto da BarMario 16142916 il 31 lug 14, 22:32:48
Profilo ciceruacchio
La logica sfugge alla probabilità: se dico che "A non è non A", non è la stessa cosa che dire che "molto probabilmente A non è non A". Il motivo è chiaro: se lo potessi dire, dovrei dire che molto probabilmente 2+2=4, sottintentendo che ci sono anche casi, quantunque molto improbabili, in cui 2+2=3. In questo modo la matematica non sarebbe più quella che è ma un'altra cosa. Posso invece dire che assai probabilmente il calore si trasferisce dal corpo caldo al corpo freddo. Però potrebbe essere possibile il contrario , con il corpo caldo che diventa più caldo e il corpo freddo che diventa più freddo. Il principio di conservazione dell'energia non sarebbe violato...ma è molto improbabile che succeda...Perché, se succedesse, continueremmo a distinguere il corpo caldo dal corpo freddo. Invece non succede perché la natura tende a confondere il corpo caldo con il freddo, facendo loro raggiungere una temperatura finale intermedia a quelle di partenza.

Aveva dunque ragione Eraclito, quando diceva che la natura ama nascondersi...livellando le diversità...per cui, col passare del tempo scopriamo che le strutture spigolose diventano rotonde e tanti cristalli piccoli si aggregano a formarne uno solo più grande (coalescenza).

L'individuo si confonde nel collettivo. La coscienza infelice hegeliana, che è tale per via della sua individualità, termina la sua odissea plurisecolare nel suo confondersi con la suprema universalità dello Stato.

Il molteplice che si concilia nell'uno. Il problema archetipale della filosofia, che nello Stato in cui a tutti è dato secondo il bisogno trova il suo supremo compimento.

Così il cerchio mirabilmente si chiude.
Link permanente  1 punto 1 voto scritto da ciceruacchio 567109 il 31 lug 14, 22:25:29
Profilo roby47
Nessuno chiederà le sue dimissioni, perché quello che ha detto è condiviso dalla maggioranza dei musulmani...perchè la Turchia è un paese islamico per chi non lo sapesse. In Turchia nessuno protesta per le discriminazioni ai danni dei cristiani, in Turchia se offendi Maometto o Hallah in pubblico vieni linciato, mica ridono.
Link permanente  3 punti 3 voti scritto da roby47 26122 il 31 lug 14, 22:19:18
Profilo Blogm
.. con la speranza che nessuno strumentalizzi questa storia per quello che sta succedendo oggi in Israele e Palestina.
Link permanente  1 punto 3 voti scritto da Blogm 56988087 il 31 lug 14, 22:12:43
Profilo Blogm
Guarda, per me se muoiono tutti stanotte nemmeno una lacrima verso, e per tutti intendo TUTTI cioè ebrei e palestinesi, non ho nessun interesse in questa storia, ma quando vedo scritte delle stupidaggini ( come in questo caso sul Foglio ) beh.........
Link permanente  -1 punti 3 voti scritto da Blogm 56988087 il 31 lug 14, 22:08:04
Profilo veradeluca
È l’architetto vicentino, Enrico Pollini, che ha progettato il Padiglione multipiano del Principato di Monaco che metterà in mostra a Milano per l’Expo 2015 il turismo, l’enogastronomia e la cultura del Principato di Monaco, che porterà una ricaduta positiva anche per il settore turistico della Costa Azzurra e della Riviera dei Fiori. Il padiglione - è stato spiegato nella conferenza stampa organizzata presso l'Ambasciata del Principato a Roma su invito dell’Ambasciatore S.E.M. Robert Fillon e per l’organizzazione dell’Atout France (www.rendezvousenfrance.com) - è concepito attorno a tre simboli: i container, con cui è composta la struttura, pronti a contenere anche le idee da portare per il mondo; la tenda, copertura dell'edificio e riparo per l'uomo; il giardino sospeso, una copertura vegetale di 500 metri quadri simbolo della terra madre. L'idea è che la prosperità guadagnata nel corso del tempo possa essere messa al servizio della solidarietà, della salvaguardia ambientale e di una crescita sostenibile. I temi della cooperazione, della ricerca, della sostenibilità, dell'educazione all'alimentazione saranno sviluppati all'interno del padiglione attraverso un percorso che, attraverso undici stazioni, porterà il visitatore ad approfondire temi come la deforestazione, la pesca sostenibile, i programmi di cooperazione in Burkina Faso. Il Principato, visto da sempre come tempio del lusso si presenterà agli occhi del mondo sensibile ai temi sociali e a quell'idea di ''economia circolare'' cara al principe Alberto II che nel 2006 ha deciso di creare una Fondazione con otto sedi nel mondo, di cui una in Italia, per sostenere la protezione dell'ambiente in tre aree specifiche: i cambiamenti climatici e le energie rinnovabili, la biodiversità, l'acqua e la lotta alla desertificazione. A tutt’ oggi i progetti sostenuti dalla Fondazione sono stati 293 con un investimento di circa 26 milioni. La Fondazione sarà presente all'Expo dove organizzerà eventi di carattere scientifico anche destinati alla raccolta dei fondi. A Roma ne ha parlato Guilloume Rose, direttore dell’Ufficio del Turismo di Monaco, che ha messo in evidenza i temi cari all’Expo, legati all’ambiente e alla nutrizione del pianeta e non a caso il padiglione di Montecarlo è stato ideato con criteri ecologici in linea con i dettami seguiti dal Principato. Consapevole delle minacce che incombono sulle generazioni future in seguito ai cambiamenti climatici e tenendo fede agli accordi presi nel contesto del Protocollo di Kyoto, il Principato di Monaco è fermamente deciso ad attuare una politica energetica, che si possa integrare con gli obiettivi di sviluppo sostenibile. Per quanto concerne il Protocollo di Kyoto, il Principato si è impegnato in prima persona con il Principe Alberto a far ridurre le emissioni in loco del 30% entro il 2020 rispetto al 1990 e dell'80% entro il 2050, così da raggiungere l'obiettivo della "neutralità delle emissioni di carbonio". Nel Piano Energia Clima sono previsti tre assi: il Controllo del fabbisogno energetico con miglioramento dell'efficacia energetica e limitazione del consumo; il Controllo della Produzione di Energia locale: valorizzazione energetica dei residui urbani, sviluppo delle energie rinnovabili; la diminuzione delle emissioni dei gas ad effetto serra. Per ogni asse, nei vari ambiti vengono realizzate delle azioni tecniche, normative, finanziarie e di sensibilizzazione: pianificazione territoriale, immobili del demanio (edifici nuovi e vecchi), edifici privati (nuovi e vecchi) e approvvigionamento energetico. Al fine di prevenire un disagio o un rischio per la salute e per l'ambiente, nel Principato di Monaco, da quasi 20 anni, è stata creata una rete automatizzata di sei stazioni di sorveglianza della qualità dell'aria. Questa rete esegue misurazioni in continuità, e consente l'elaborazione di "allarmi inquinamento", oltre che l'analisi a lungo termine dell'evoluzione della qualità dell'aria. I valori rilevati sono confrontati ai valori limite stabiliti dalle direttive europee in materia, e sono accessibili al grande pubblico. Per la qualità delle acque litoranee il Principato garantisce una sorveglianza della sua qualità fisica e chimica, basata su misurazioni ripetute di tutte le componenti dell'ambiente marino, ma anche sulla conoscenza delle attività o degli apporti naturali e antropici che potrebbero influire sulla qualità dell'ambiente. Oltre a questa sorveglianza a carattere locale, la Direzione dell'Ambiente partecipa anche alla campagna Rete di Integratori Biologici, organizzata ogni 3 anni dall'Agenzia dell'Acqua Rodano Mediterraneo Corsica e dall'IFREMER (Institut Français pour la Recherche et l’Exploitation de la Mer, Istituto Francese per la Ricerca e lo Sfruttamento del Mare). Ritornando al grande evento milanese la struttura sarà donata al Burkina Faso come sede della Croce Rossa. Nell’occasione della presentazione a Roma sono state anche proposte le prossime iniziative del Principato di Monaco, tese alla migliore accoglienza del turista che trova qui servizi di prim’ordine che aldilà del prezzo offrono una qualità indescrivibile. «La gente di Napoli è nel nostro cuore - ha detto qualche anno fa Guillaume Rose, allora Ministro del Turismo del Principato di Monaco, intervenendo a Napoli per presenziare al meeting sulle “Opportunità nel Principato” - perché sa apprezzare Montecarlo, un paese ed un sogno allo stesso tempo, dove è racchiusa l’arte di vivere». Da non dimenticare che i monegaschi si sentono italiani di origine e francesi di cultura per i continui rapporti di stima e amicizia, consolidati nel tempo, quali popoli del bacino del Mediterraneo. La presentazione dell’offerta turistica monegasca, in un quadro più ampio di incontri tra eccellenze e scambi di investimenti è stato foriero di un aumento del turismo già di per sé affezionato e legato a queste zone. Sono tanti i luoghi comuni che identificano questo minuscolo Stato noto in tutto il mondo, come capitale del lusso, paradiso fiscale, regno del gioco d'azzardo...eppure Monaco è anche molto altro, un insieme di tesori tutti-da-scoprire. Il Principato è composto da quattro zone: Monaco città, che comprende la rocca e la città vecchia; Montecarlo, famosa per gli hotel faraonici e il casinò; La Condamine, l'area pianeggiante; Fontvieille, a sud-ovest, il quartiere industriale. L’aeroporto di Napoli, collegato a quello di Nizza - Costa Azzurra con voli diretti, permette di raggiungere dopo una ventina di chilometri Monaco, grazie a bus, taxi e ad un servizio di auto che ne garantiscono un collegamento regolare. Per quanto riguarda l’offerta alberghiera Monaco è ricca di alberghi in grado di soddisfare anche i clienti più esigenti. Vi sono hotel a 4 e 5 stelle, raccolti intorno al casinò e al quartiere balneare. Alberghi meno lussuosi sono invece ubicati nei quartieri di Fontvieille, La Condamine e Montecarlo. Monaco può contare su 15 alberghi da 2 a 5 stelle che accolgono più di 300.000 visitatori l’anno. L’Hotel de Paris, l’Hermitage e il Metropole sono palazzi preziosi nella storia di Monaco e concorrono alla fama del Principato come luogo di lusso e di eleganza. Ma tutte le strutture offrono sempre un’accoglienza adeguata, diversificandosi in funzione della domanda di una clientela che non è solo di nicchia. In più c’è da aggiungere che la promozione della cultura rappresenta una delle attività più dinamiche della vita del Principato: moltissimi eventi e manifestazioni artistiche di respiro internazionale e la programmazione dell’orchestra filarmonica dell’Opera e del balletto di Montecarlo contribuiscono alla sua vivacità culturale. A Monaco, dove è un piacere vivere, ci sono mille e uno motivi per visitarla e allora non lasciatevi scappare l’occasione per un lungo week end al mare, ma facendo una capatina all’imponente Casinò anche se solo per una visita al suo "atrio" lastricato in marmo, circondato da 28 colonne ioniche in onice da cui si accede alla sala dell'Opera, detta "Salle Garnier", decorata interamente in rosso e oro, dove spiccano bassorilievi, affreschi e sculture.

Harry di Prisco
Link permanente  1 punto 1 voto scritto da veradeluca 1114 il 31 lug 14, 22:02:11
Profilo Castagnaccio2
Esatto.

Restano gli altri due punti, entrambi corretti.
Link permanente  1 punto 3 voti scritto da Castagnaccio2 17232294 il 31 lug 14, 21:46:14
Profilo luke75
infatti sembra immortale :)
Link permanente  2 punti 2 voti scritto da luke75 3888poweruser6374 il 31 lug 14, 21:18:55
Profilo UltimoPesceParlante
Mai pensato che Mel Brooks fosse morto...
Link permanente  1 punto 1 voto scritto da UltimoPesceParlante 27965poweruser135872 il 31 lug 14, 21:16:57
Profilo Hraska
concordo con zooey, l'Argentina ha semplicemente fatto degli errori come quelli che vincono alla lotteria e non sanno gestire l' improvvisa svolta di ricchezza nella loro vita.
Link permanente  1 punto 3 voti scritto da Hraska 519464 il 31 lug 14, 20:58:32
Profilo tehvanat
E' ancora peggio di quello che vogliono farci credere, hanno tutti i media a disposizione, questo pseudosocial compreso, ma non riescono a nascondere la porcheria che ci nascondono...uno schifo
Link permanente  0 punti 2 voti scritto da tehvanat 3297 il 31 lug 14, 20:46:18
Profilo lumacaio
lascia perdere.... tutto tempo perso con te.
Link permanente  -1 punti 3 voti scritto da lumacaio 785513054 il 31 lug 14, 20:46:00
Pagina 1 di 113338 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11  >

© ITALIAONLINE 2014 TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P. IVA 11352961004