Home > Discussioni attive
Visualizza tutti i commenti in ordine cronologico
Profilo ufficiostampamilano
Dall’1 maggio al 31 ottobre 2015, la città di Milano ospiterà l’Expo 2015. Intervistato in merito ai progetti dell’Esposizione Universale che coinvolgerà più di 147 Stati del mondo, il manager dell’arte Salvo Nugnes, molto attivo nell’organizzazione di eventi nel milanese e in Italia, dalla forte valenza culturale e artistica.

1) Cosa pensa dell'intesa stipulata tra Lombardia e Piemonte per la creazione di un'apposita "Carta unica museale" che permetterà l'accesso a Musei e luoghi di cultura durante l'Expo e anche per un periodo successivo? Mi sembra un ottimo compromesso d'accordo raggiunto tra le due Regioni confinanti, perché diventa un ulteriore stimolo ad approfondire le numerose iniziative e manifestazioni, correlate all'Expo, che si svolgeranno anche fuori dal comprensorio lombardo. Rappresenta dunque un sinergico ponte di collegamento per unire realtà culturali e territoriali diverse, in nome di un messaggio universale a favore della diffusione dell'arte e della cultura. Inoltre, questa carta fungendo da speciale strumento "anti crisi" avrà un'efficace funzionalità, in virtù dei vantaggi economici permessi tramite il suo utilizzo, favorendo delle categorie sociali più deboli, gli studenti, gli anziani e le persone non abbienti in generale.

2) Pensa di proporre iniziative di tipo artistico culturale connesse all'Expo durante il suo svolgimento? Certamente, occupandomi a largo raggio di eventi e manifestazioni artistico culturali ad alto livello, sia in ambito nazionale sia in ambito internazionale, intendo convogliare diversi appuntamenti prestigiosi nel contesto dell'Expo, organizzando appuntamenti con personalità illustri e ospiti di spicco del panorama attuale. Verranno utilizzate varie location esclusive, tra cui lo storico Spazio Culturale "Milano Art Gallery" che si trova in via G. Alessi 11, in posizione centrale, nel cuore di Milano, che già è sede del Festival Artistico Letterario "Cultura Milano" da me ideato, e di numerose mostre espositive di forte risonanza.

3) Come vede il programma "Made of italians" riservato agli italiani nel mondo, che diventerà operativo nel periodo dell'Expo? Considero un'idea davvero significativa, dal sapore patriottico, questo programma offerto ai nostri connazionali residenti all'estero. Il poter rientrare in Italia e visitare per la prima volta la loro terra d'origine ha una valenza, che va ben oltre il semplice supporto logistico e organizzativo, perché tocca quella sfera intima dei ricordi e delle memorie più care, che esprime forte calore d’umanità. È un programma di stampo etico-sociale molto valido e lodevole.

4) Una riflessione sul progetto "Expo in città"; Assolutamente favorevole a questo progetto e tutto quanto possa agevolare al meglio l'intreccio interattivo all'azione svolta da enti, associazioni, fondazioni e imprese private, che si muovono durante l'Expo. C’è bisogno di sostegno attivo e concreto e di instaurare solidi rapporti collaborativi. È necessario rafforzare il lavoro in squadra, proiettato all'obiettivo comune della miglior riuscita dell'Expo e di ciò che ruota attorno e dentro questo prezioso "contenitore" multiforme.

5) Expo 2015, non solo a Milano. Quali sono gli altri fulcri nevralgici in cui poter sviluppare un rilancio turistico positivo, sulla scia del grande evento? Oltre a Torino, che già si è si congiunta al programma Expo con la "Carta museale" direi, che c’è quasi l'imbarazzo della scelta. L'Italia ha un potenziale enorme da investire per rivalutare e rivalorizzare a livello turistico l'inestimabile patrimonio, che possiede e che ha conquistato il mondo intero. Però se devo fare un elenco più specifico penserei a Roma, Firenze, Venezia, come a tre poli doc e poi Genova, Spoleto, Padova, Napoli, Bologna dove hanno tantissime risorse da sfruttare e ottimizzare, nel modo più adeguato e congeniale.

6) Come concepisce i risultati contenuti nel rapporto 2014 "Io sono cultura- L'Italia della qualità e della bellezza sfida la crisi"? Quanto il peso della cultura influisce positivamente sull'incremento turistico? Sono decisamente rassicurato da quanto emerso da questi autorevoli studi di settore, che evidenziano una buona tenuta in generale del sistema produttivo culturale italiano, che nonostante la crisi galoppante, continua a rimanere uno dei pilastri primari di fondamento del "Made in Italy". Questi dati sono la prova tangibile, di quanto ancora la cultura riveste una portata consistente nel nostro "Bagaglio" formativo. È palese, che l'elemento culturale incida anche nella crescita turistica, poiché l'Italia racchiude contesti unici di straordinario interesse, che i turisti amano visitare e rivedere addirittura più volte, con vivace propensione e coinvolgimento.
Link permanente  0 punti 2 voti scritto da ufficiostampamilano 064 il 30 lug 14, 15:59:37
Profilo ufficiostampamilano
Dall’1 maggio al 31 ottobre 2015, la città di Milano ospiterà l’Expo 2015. Intervistato in merito ai progetti dell’Esposizione Universale che coinvolgerà più di 147 Stati del mondo, il manager dell’arte Salvo Nugnes, molto attivo nell’organizzazione di eventi nel milanese e in Italia, dalla forte valenza culturale e artistica.

1) Cosa pensa dell'intesa stipulata tra Lombardia e Piemonte per la creazione di un'apposita "Carta unica museale" che permetterà l'accesso a Musei e luoghi di cultura durante l'Expo e anche per un periodo successivo? Mi sembra un ottimo compromesso d'accordo raggiunto tra le due Regioni confinanti, perché diventa un ulteriore stimolo ad approfondire le numerose iniziative e manifestazioni, correlate all'Expo, che si svolgeranno anche fuori dal comprensorio lombardo. Rappresenta dunque un sinergico ponte di collegamento per unire realtà culturali e territoriali diverse, in nome di un messaggio universale a favore della diffusione dell'arte e della cultura. Inoltre, questa carta fungendo da speciale strumento "anti crisi" avrà un'efficace funzionalità, in virtù dei vantaggi economici permessi tramite il suo utilizzo, favorendo delle categorie sociali più deboli, gli studenti, gli anziani e le persone non abbienti in generale.

2) Pensa di proporre iniziative di tipo artistico culturale connesse all'Expo durante il suo svolgimento? Certamente, occupandomi a largo raggio di eventi e manifestazioni artistico culturali ad alto livello, sia in ambito nazionale sia in ambito internazionale, intendo convogliare diversi appuntamenti prestigiosi nel contesto dell'Expo, organizzando appuntamenti con personalità illustri e ospiti di spicco del panorama attuale. Verranno utilizzate varie location esclusive, tra cui lo storico Spazio Culturale "Milano Art Gallery" che si trova in via G. Alessi 11, in posizione centrale, nel cuore di Milano, che già è sede del Festival Artistico Letterario "Cultura Milano" da me ideato, e di numerose mostre espositive di forte risonanza.

3) Come vede il programma "Made of italians" riservato agli italiani nel mondo, che diventerà operativo nel periodo dell'Expo? Considero un'idea davvero significativa, dal sapore patriottico, questo programma offerto ai nostri connazionali residenti all'estero. Il poter rientrare in Italia e visitare per la prima volta la loro terra d'origine ha una valenza, che va ben oltre il semplice supporto logistico e organizzativo, perché tocca quella sfera intima dei ricordi e delle memorie più care, che esprime forte calore d’umanità. È un programma di stampo etico-sociale molto valido e lodevole.

4) Una riflessione sul progetto "Expo in città"; Assolutamente favorevole a questo progetto e tutto quanto possa agevolare al meglio l'intreccio interattivo all'azione svolta da enti, associazioni, fondazioni e imprese private, che si muovono durante l'Expo. C’è bisogno di sostegno attivo e concreto e di instaurare solidi rapporti collaborativi. È necessario rafforzare il lavoro in squadra, proiettato all'obiettivo comune della miglior riuscita dell'Expo e di ciò che ruota attorno e dentro questo prezioso "contenitore" multiforme.

5) Expo 2015, non solo a Milano. Quali sono gli altri fulcri nevralgici in cui poter sviluppare un rilancio turistico positivo, sulla scia del grande evento? Oltre a Torino, che già si è si congiunta al programma Expo con la "Carta museale" direi, che c’è quasi l'imbarazzo della scelta. L'Italia ha un potenziale enorme da investire per rivalutare e rivalorizzare a livello turistico l'inestimabile patrimonio, che possiede e che ha conquistato il mondo intero. Però se devo fare un elenco più specifico penserei a Roma, Firenze, Venezia, come a tre poli doc e poi Genova, Spoleto, Padova, Napoli, Bologna dove hanno tantissime risorse da sfruttare e ottimizzare, nel modo più adeguato e congeniale.

6) Come concepisce i risultati contenuti nel rapporto 2014 "Io sono cultura- L'Italia della qualità e della bellezza sfida la crisi"? Quanto il peso della cultura influisce positivamente sull'incremento turistico? Sono decisamente rassicurato da quanto emerso da questi autorevoli studi di settore, che evidenziano una buona tenuta in generale del sistema produttivo culturale italiano, che nonostante la crisi galoppante, continua a rimanere uno dei pilastri primari di fondamento del "Made in Italy". Questi dati sono la prova tangibile, di quanto ancora la cultura riveste una portata consistente nel nostro "Bagaglio" formativo. È palese, che l'elemento culturale incida anche nella crescita turistica, poiché l'Italia racchiude contesti unici di straordinario interesse, che i turisti amano visitare e rivedere addirittura più volte, con vivace propensione e coinvolgimento.
Link permanente  0 punti 2 voti scritto da ufficiostampamilano 064 il 30 lug 14, 15:59:37
Profilo ufficiostampamilano
Dall’1 maggio al 31 ottobre 2015, la città di Milano ospiterà l’Expo 2015. Intervistato in merito ai progetti dell’Esposizione Universale che coinvolgerà più di 147 Stati del mondo, il manager dell’arte Salvo Nugnes, molto attivo nell’organizzazione di eventi nel milanese e in Italia, dalla forte valenza culturale e artistica.

1) Cosa pensa dell'intesa stipulata tra Lombardia e Piemonte per la creazione di un'apposita "Carta unica museale" che permetterà l'accesso a Musei e luoghi di cultura durante l'Expo e anche per un periodo successivo? Mi sembra un ottimo compromesso d'accordo raggiunto tra le due Regioni confinanti, perché diventa un ulteriore stimolo ad approfondire le numerose iniziative e manifestazioni, correlate all'Expo, che si svolgeranno anche fuori dal comprensorio lombardo. Rappresenta dunque un sinergico ponte di collegamento per unire realtà culturali e territoriali diverse, in nome di un messaggio universale a favore della diffusione dell'arte e della cultura. Inoltre, questa carta fungendo da speciale strumento "anti crisi" avrà un'efficace funzionalità, in virtù dei vantaggi economici permessi tramite il suo utilizzo, favorendo delle categorie sociali più deboli, gli studenti, gli anziani e le persone non abbienti in generale.

2) Pensa di proporre iniziative di tipo artistico culturale connesse all'Expo durante il suo svolgimento? Certamente, occupandomi a largo raggio di eventi e manifestazioni artistico culturali ad alto livello, sia in ambito nazionale sia in ambito internazionale, intendo convogliare diversi appuntamenti prestigiosi nel contesto dell'Expo, organizzando appuntamenti con personalità illustri e ospiti di spicco del panorama attuale. Verranno utilizzate varie location esclusive, tra cui lo storico Spazio Culturale "Milano Art Gallery" che si trova in via G. Alessi 11, in posizione centrale, nel cuore di Milano, che già è sede del Festival Artistico Letterario "Cultura Milano" da me ideato, e di numerose mostre espositive di forte risonanza.

3) Come vede il programma "Made of italians" riservato agli italiani nel mondo, che diventerà operativo nel periodo dell'Expo? Considero un'idea davvero significativa, dal sapore patriottico, questo programma offerto ai nostri connazionali residenti all'estero. Il poter rientrare in Italia e visitare per la prima volta la loro terra d'origine ha una valenza, che va ben oltre il semplice supporto logistico e organizzativo, perché tocca quella sfera intima dei ricordi e delle memorie più care, che esprime forte calore d’umanità. È un programma di stampo etico-sociale molto valido e lodevole.

4) Una riflessione sul progetto "Expo in città"; Assolutamente favorevole a questo progetto e tutto quanto possa agevolare al meglio l'intreccio interattivo all'azione svolta da enti, associazioni, fondazioni e imprese private, che si muovono durante l'Expo. C’è bisogno di sostegno attivo e concreto e di instaurare solidi rapporti collaborativi. È necessario rafforzare il lavoro in squadra, proiettato all'obiettivo comune della miglior riuscita dell'Expo e di ciò che ruota attorno e dentro questo prezioso "contenitore" multiforme.

5) Expo 2015, non solo a Milano. Quali sono gli altri fulcri nevralgici in cui poter sviluppare un rilancio turistico positivo, sulla scia del grande evento? Oltre a Torino, che già si è si congiunta al programma Expo con la "Carta museale" direi, che c’è quasi l'imbarazzo della scelta. L'Italia ha un potenziale enorme da investire per rivalutare e rivalorizzare a livello turistico l'inestimabile patrimonio, che possiede e che ha conquistato il mondo intero. Però se devo fare un elenco più specifico penserei a Roma, Firenze, Venezia, come a tre poli doc e poi Genova, Spoleto, Padova, Napoli, Bologna dove hanno tantissime risorse da sfruttare e ottimizzare, nel modo più adeguato e congeniale.

6) Come concepisce i risultati contenuti nel rapporto 2014 "Io sono cultura- L'Italia della qualità e della bellezza sfida la crisi"? Quanto il peso della cultura influisce positivamente sull'incremento turistico? Sono decisamente rassicurato da quanto emerso da questi autorevoli studi di settore, che evidenziano una buona tenuta in generale del sistema produttivo culturale italiano, che nonostante la crisi galoppante, continua a rimanere uno dei pilastri primari di fondamento del "Made in Italy". Questi dati sono la prova tangibile, di quanto ancora la cultura riveste una portata consistente nel nostro "Bagaglio" formativo. È palese, che l'elemento culturale incida anche nella crescita turistica, poiché l'Italia racchiude contesti unici di straordinario interesse, che i turisti amano visitare e rivedere addirittura più volte, con vivace propensione e coinvolgimento.
Link permanente  0 punti 2 voti scritto da ufficiostampamilano 064 il 30 lug 14, 15:59:35
e altri 34 commenti

Profilo Shalmaneser
I punti li ho già enunciati e quelli restano. Ogni ulteriore discussione è inutile visto che nessuno cambierebbe idea. D'altra parte, quando qualcuno mi presenta come dogma Liverani e Finkelstein (e, immagino, anche l'altro suo compare Sibelman), che avrebbe DIMOSTRATO che il numero di ebrei deportati a Babilonia fu ben inferiore a 20.000, è chiaro che parliamo lingue diverse e non c'è nessuna possibilità d'intesa.

Ti dispiace di essere attaccato? Ma guarda che attaccare incessantemente e brutalmente, con la schiuma alla bocca, non risparmiando nemmeno espressioni pesanti, è una tua tecnica dialettica. Quando un utente esprime un pensiero e tu gli rispondi "balle", indirettamente lo prendi per cretino e dunque lo attacchi, e anche in modo pesante e offensivo: ci hai mai fatto caso?

Giusto dunque che tu venga attaccato.

E io ti attacco, Castagnaccio, ora e sempre, perché al di sopra di tutto io pongo il rispetto per gli altri e tu non ne hai. Ti attacco perché non sai misurare le parole, ti attacco perché non esiteresti a passare sul cadavere di chiunque pur di non recedere da ciò che ti sei messo in testa, giusto o sbagliato che sia, ti attacco perché sei uno zelota dotato di un fanatismo più religioso di qualunque religione.

Ti attacco perché hai un approccio al dialogo completamente negativo, ti attacco perché non hai nessuna flessibilità né capacità di moderazione nei giudizi, ti attacco perché nel tuo estremismo vedi solo gli estremi (il gioco di parole è voluto),rinunciando a ogni eventualità intermedia.

Ti attacco perché hai un avatar meschino, dato che un conto è affermare la propria identità attraverso un'immagine, un conto è denigrare e sfottere l'identità degli altri attraverso l'immagine stessa. Ti attacco perché vedi male anche dove non ce n'è, nutrendoti di sospetto e calunnie, purché tutto questo si trovi scritto in un libro che viene acriticamente portato a "prova" inconfutabile.

Non basta scrivere qualcosa su un forum per essere degni di parteciparvi: occorre molto di più. Fatti l'esame di coscienza, Castagnaccio: può darsi allora che si possa stare meglio insieme, su queste lande.
Link permanente  0 punti 2 voti scritto da Shalmaneser 302163 il 01 ago 14, 01:35:07
Profilo Castagnaccio2
Posso solo ribadire il concetto: "Noto che piuttosto che rispondere ai punti che tu stesso hai scelto, hai preferito attaccare l'interlocutore."
Link permanente  -1 punti 5 voti scritto da Castagnaccio2 17232294 il 31 lug 14, 13:46:05
Profilo Shalmaneser
Sapevo benissimo che si trattava della stessa persona.

Riguardo alla stima, posso purtroppo dire altrettanto. E questo perché ho visto il modo in cui ti rivolgi agli interlocutori e certe tue compulsioni che vanno al di là del normale scambio d'idee, quali l'autentica ossessione che dimostri verso alcuni argomenti.

E una di queste ossessioni è proprio Gesù Cristo, ed è esemplificata nell'avatar che hai scelto: un Cristo sfigurato e ridicolo, a palese provocazione e dileggio di tutta l'utenza cristiana di OKNO. Nessuno era mai giunto a tanto, e da te non me lo sarei davvero aspettato.

Anch'io sono addolorato, e anch'io lo dico sul serio.
Link permanente  -2 punti 4 voti scritto da Shalmaneser 302163 il 31 lug 14, 03:59:06
e altri 27 commenti

Profilo licaone
è tempo perso anche rispondere a me?
Link permanente  0 punti 2 voti scritto da licaone 2325133 il 01 ago 14, 01:23:50
Profilo lumacaio
lascia perdere.... tutto tempo perso con te.
Link permanente  -3 punti 5 voti scritto da lumacaio 786213064 il 31 lug 14, 20:46:00
Profilo Castagnaccio2
Castagnaccio:

[Per ebola dobbiamo ringraziare] il Creatore


Lumacaio:
sicuramente dobbiamo ringraziare l'opera dell'uomo. Il Creatore aveva creato tutto perfetto


Chi è che ci fa?
Link permanente  1 punto 7 voti scritto da Castagnaccio2 17232294 il 31 lug 14, 19:12:28
e altri 22 commenti

Profilo ELKE
Veramente qui di soggetti che non capiscono ne vedo uno solo, e non sono io.

Vale a dire chi pensa di poter affermare qualunque ca@@ata semplicemente per dare aria alla bocca.

Ma, come ti è stato abbondantemente dimostrato, ogni volta che ti verrà voglia di sparare nel mucchio troverai qualcuno a chiederti conto di quello che dici.
Link permanente  0 punti 2 voti scritto da ELKE 11931511 il 01 ago 14, 01:44:13
Profilo pollyna
No no è che proprio non capisci. Quanto ai politici di sinistra fanno schifo come gli altri. Non siamo tenuti o costretti ad essere tutti "puri" di Sinistra.
Link permanente  -1 punti 3 voti scritto da pollyna 01233 il 01 ago 14, 00:17:02
Profilo pollyna
Non sei sorpreso che io mi rechi spesso al Vaticano? Strano, una piccola, demente, ignorante come me dove può andare se non a vedere il Giudizio Universale di Michelangelo, le Stanze di Raffaello, gli affreschi del Perugino, il colonnato del Bernini, la Basilica di San Pietro, la Cupola di San Pietro, le tombe e le stanze dei Papi, i Musei vaticani? Sai, chi non è intelligente e colto e so-tutto-io come te deve accontentarsi di queste cosucce
Link permanente  0 punti 4 voti scritto da pollyna 01233 il 01 ago 14, 00:14:52
e altri 17 commenti

Profilo pollyna
Non la conoscono la vergogna, altrimenti come potrebbero giustificare la barbara uccisione di uomini donne e bambini inermi?? Ma tanto sono solo palestinesi, gli unici intoccabili a sto mondo sono gli Israeliani
Link permanente  0 punti 2 voti scritto da pollyna 01233 il 01 ago 14, 01:14:54
Profilo pollyna
Paragone ridicolo. Gli Israeliani si comportano da degni eredi di Erode, abituati alle stragi di bambini, ma chi le appoggia e le giustifica fa persino più schifo. Qui sopra si leggono frasi ripugnanti e stomachevoli. Fare ideologia davanti a gente inerme ammazzata al mercato a scuola in ospedale in spiaggia in casa è uno schifo
Link permanente  0 punti 2 voti scritto da pollyna 01233 il 01 ago 14, 01:03:12
Profilo pollyna
Ti dovresti vergognare, ma la vergogna non è da tutti
Link permanente  0 punti 2 voti scritto da pollyna 01233 il 01 ago 14, 00:58:39
e altri 14 commenti

Profilo tehvanat
Oh si, quoto alla grande, però cerchiamo una visuale più ampia, a 360° magari. Buonanotte Cheg, alla prossima.
Link permanente  0 punti 8 voti scritto da tehvanat 3297 il 30 lug 14, 20:39:59
Profilo cheg
tutta la storia politica ed economica dell'italia e' costellata di fallimenti , debiti , favoritismi , clientelismi e salvataggi pubblici , il che spiega il perche' siamo ridotti in questo stato e concordo che tutto questo sia orribile , non solo, che continui sempre in questo andazzo ,dove i primi soggetti che imprecano contro questi carrozzoni , sono poi loro i veri carrozoni , ossia una classe imprenditoriale , che non e', altro che una razza stracciona.
Link permanente  -1 punti 7 voti scritto da cheg 552144 il 30 lug 14, 20:36:38
Profilo tehvanat
Great!!
Link permanente  0 punti 8 voti scritto da tehvanat 3297 il 30 lug 14, 20:34:19
e altri 11 commenti

Profilo brunostufo
come volevasi dimostrare: quelli ex PDS, ex DS, ex PCI hanno votato contro il Governo a favore di un emendamento che da potere al Senato, a quel Senato che Renzi (NO il PD) vuole che sia cambiato. Ecco perchè ho scritto che spero lo facciamo governare, ma chi gli va e gli andrà contro sono proprio i suoi del partito (gli ex PDS, ex DS, ex PCI
Link permanente  1 punto 3 voti scritto da brunostufo 2214 il 31 lug 14, 14:11:23
Profilo brunostufo
La tua affermazione mi lascia un pò perplesso. Pensare che il 41% degli italiani che hanno votato <alle europee> per il PD siano tutti di centro-sinistra mi sembra molto ma molto ottimistico. Se poi consideri che nel PD ci sono ancora esponenti di spicco della vecchia sinistra (ex PDS, ex DS, ex PCI) che non si sono dissociati dal PD ma sono lì per continuare a mantenere i propri privilegi e fare i c...i loro, allora convieni con me che il PD è la sinistra, NO quella estrema che anche in passato è sempre stata divisa dagli ex PDS, ex DS, ex PCI.
Link permanente  1 punto 3 voti scritto da brunostufo 2214 il 31 lug 14, 13:18:03
Profilo cheg
hai detto bene , anche il p.d. , non la c.g.i.l e non la sinistra.
Link permanente  -1 punti 3 voti scritto da cheg 552144 il 31 lug 14, 10:18:07
e altri 10 commenti

Profilo Balanzone
Sei un idolo, devo dirlo :-D
Link permanente  1 punto 3 voti scritto da Balanzone 126275 il 31 lug 14, 23:55:01
Profilo ciceruacchio
La logica sfugge alla probabilità: se dico che "A non è non A", non è la stessa cosa che dire che "molto probabilmente A non è non A". Il motivo è chiaro: se lo potessi dire, dovrei dire che molto probabilmente 2+2=4, sottintentendo che ci sono anche casi, quantunque molto improbabili, in cui 2+2=3. In questo modo la matematica non sarebbe più quella che è ma un'altra cosa. Posso invece dire che assai probabilmente il calore si trasferisce dal corpo caldo al corpo freddo. Però potrebbe essere possibile il contrario , con il corpo caldo che diventa più caldo e il corpo freddo che diventa più freddo. Il principio di conservazione dell'energia non sarebbe violato...ma è molto improbabile che succeda...Perché, se succedesse, continueremmo a distinguere il corpo caldo dal corpo freddo. Invece non succede perché la natura tende a confondere il corpo caldo con il freddo, facendo loro raggiungere una temperatura finale intermedia a quelle di partenza.

Aveva dunque ragione Eraclito, quando diceva che la natura ama nascondersi...livellando le diversità...per cui, col passare del tempo scopriamo che le strutture spigolose diventano rotonde e tanti cristalli piccoli si aggregano a formarne uno solo più grande (coalescenza).

L'individuo si confonde nel collettivo. La coscienza infelice hegeliana, che è tale per via della sua individualità, termina la sua odissea plurisecolare nel suo confondersi con la suprema universalità dello Stato.

Il molteplice che si concilia nell'uno. Il problema archetipale della filosofia, che nello Stato in cui a tutti è dato secondo il bisogno trova il suo supremo compimento.

Così il cerchio mirabilmente si chiude.
Link permanente  1 punto 3 voti scritto da ciceruacchio 567109 il 31 lug 14, 22:25:29
Profilo Balanzone
Una conclusione eccellente Ciceruacchio: ho molto da imparare da te. Ti considero un vero artista nel tuo genere, ma .... non credi che la logica che ti ha condotto a queste brillanti deduzioni appartenga anch'essa ad un processo conoscitivo?

Sul piano logico il suo essere soggetto ad errore non ne invalida il funzionamento: diciamo che potremmo fare un calcolo di probabilità e di margine d'errore, ma soprattutto dedicarci all'approfondimento della rotondità del triangolo, della triangolazione del cerchio e dell'arrotondamento del quadrato in prima approssimazione ....

Mah è inutile provarci: come ci riesci tu per me è impossibile! :-D ciao buona serata!
Link permanente  1 punto 3 voti scritto da Balanzone 126275 il 31 lug 14, 20:05:06
e altri 8 commenti

Profilo Chicca083
Non si raggiungono alti livelli, perchè ce ne sono poche e quelle poche che sono in lista hanno molta concorrenza. Comunque, è vero che molte donne italiane preferiscono la casa al lavoro.
Link permanente  0 punti 2 voti scritto da Chicca083 4585 il 31 lug 14, 22:57:37
Profilo Blogm
Per come la vedo io la Berlusconi non conta nulla, é il padre che conta, ed ora conta meno per via delle elezioni e condanna della giustizia, ma sempre e solo a livello italiano.

Quindi non conta nulla lei a livello mondiale.

Fortune ha detto una stupidaggine.
Link permanente  -1 punti 3 voti scritto da Blogm 57098107 il 31 lug 14, 20:01:53
Profilo cheg
leggiti " razza stracciona " di sergio rizzo e forse capirai chi e' peggio tra un politico e un imprenditore ese poi unisci tuttie due c'e' la quadratura del cerchio
Link permanente  1 punto 3 voti scritto da cheg 552144 il 31 lug 14, 19:41:54
e altri 8 commenti

Profilo ilmonti
"far emergere le verità" nascondendone altre non mi pare granché come politica, soprattutto se si vuole credibilità, e poter dare del "pattume" ad altre persone...
Link permanente  -1 punti 9 voti scritto da ilmonti 962367 il 30 lug 14, 19:12:21
Profilo Benzino
Quelli che lo fanno qui su OkNotizie e nel resto di internet sono persone semplici, il popolo, gli italiani. Non paragonarli a quel pattume che viene classificato come "giornalisti" o "mass media", grazie. I primi cercano solo di far emergere le verità nascoste dai secondi.
Link permanente  1 punto 7 voti scritto da Benzino 37104 il 30 lug 14, 18:56:31
Profilo ilmonti
ad esempio le situazioni dove sono i "migranti" a commettere reati, che vengono amplificate, e a cui viene dato risalto particolare... come se fossero solo loro a rubare, frodare ecc... basta far un giro qui su okno e notare quanti titoloni vengono spesi per sottolineare la pericolosità di queste persone...
Link permanente  -2 punti 10 voti scritto da ilmonti 962367 il 30 lug 14, 18:02:18
e altri 7 commenti


© ITALIAONLINE 2014 TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P. IVA 11352961004